Dinamica

Ovviamente, non essendo io il creatore di questa tecnica, non farò altro che riportare quanto è possibile trovare in qualunque libro o sito dove si parla delle meditazioni di Osho. Nel sito www.osho.com, oltre a trovare brevi filmati che illustrano come eseguire questa meditazione e le più conosciute create da Osho, è possibile trovare anche  tante curiosità interessanti per cui vale la pena visitarlo. Prima di tutto è bene specificare che, per poter eseguire questa tecnica, è necessario essere in possesso della musica adatta, sia perché è prevista una durata di un ora divisa in 5 stadi e sia perché ogni stadio ha un percorso ben preciso, scandito dalla musica. Si esegue al mattino appena alzati, a digiuno, possibilmente intorno alle 7.00. Perché al mattino e a digiuno? Solitamente la mattina siamo un po’ refrattari a cominciare la giornata e la nostra energia è molta bassa, ragion per cui, molti di noi ha l’abitudine di prendere un caffè. Nella medicina cinese, il mattino rientra nella porzione della giornata corrispondente al fegato e anche iniziare la giornata, un attività, muovere i muscoli, sono attribuiti al fegato. Quindi, per certi versi è come andare controcorrente! E’ necessario una grande spinta iniziale, per questo suggerisco di farlo in gruppo, così uno trascina l’altro. Il motivo per cui si fa a digiuno, invece, è semplicemente dovuto al fatto che si potrebbero avere problemi digestivi. Superate le prime difficoltà nel primo stadio, una volta scaldati, si arriva con fatica alla fine dell’ora, ma i risultati che ne conseguono non hanno prezzo!

Nel primo stadio, che dura 10 minuti, esegui una respirazione caotica col naso, mettendo l’enfasi sulla espirazione – mentre l’inspirazione accadrà automaticamente – lasciandoti trascinare dal ritmo della musica che diventa via via sempre più veloce. Concentrati sul respiro e osserva tutto quello che succede al tuo corpo, come se stesse accadendo a un altro. Questa respirazione apporta molto ossigeno al cervello e a tutto il corpo, permettendo così di accumulare tanta energia. Un colpo di gong segnerà l’inizio del secondo stadio.

A questo punto, esplodi! Tutta l’energia che hai accumulato nel primo stadio, tirala fuori attraverso tutte le follie che ti saltano in mente! Urla! Piangi! Ridi! Salta! Puoi dire parolacce, se senti di farlo. Prendi a calci o a pugni un cuscino. Non badare a nessuno e nessuno bada a te! Tieni sempre gli occhi chiusi. Non razionalizzare nulla. Impazzisci consapevolmente! All’inizio non ti verrà spontaneo, perciò puoi fare un po’ di scena, poi ti accorgerai che molta rabbia che hai dentro, salterà fuori veramente e a questo punto non avrai più bisogno di recitare! Dopo 10 minuti un altro gong segnerà l’inizio del terzo stadio.

La musica cambia e ora dovrai saltare tenendo conto di dover atterrare sull’intera pianta dei piedi. Tenendo le braccia alzate, ripeti ad alta voce il suono huu, huu, huu, cercando di sentire la vibrazione sia del suono che dell’impatto al suolo, sulla zona dei reni e genitali. Questo stadio è molto faticoso! Non fermarti! Continua fino alla fine! Se pensi che non hai più energie, sappi che è una scusa della mente. Alla mente non piace la meditazione! Continua immaginando che il locale sta andando a fuoco e tu devi scappare! Così troverai le forze! Se non esaurisci tutte le energie, potresti vanificare tutto il lavoro. E sono passati altri 10 minuti, ma stavolta sentirai una voce che dirà: STOP!meditazione dinamica

Fermati in qualunque posizione ti trovi in quell’istante! Non muoverti e non cercare di aggiustarti! Osserva tutto quello che ti accade. Osserva i pensieri: tutta l’energia messa in movimento nel corpo, ora arriva alla mente. Qualche goccia di sudore cola e ti infastidisce: vorresti grattarti, non farlo! Osserva solamente e il fastidio scomparirà da solo! Questo stadio metterà in risalto tutta la fatica svolta nei primi stadi. Non ti preoccupare se le prime volte non succederà nulla. Stai sperimentando. La meditazione accade quando meno te l’aspetti! Sono passati 15 minuti di silenzio e il riprendere della musica segnerà l’inizio del quinto stadio.

La musica qui è festosa e gioiosa, quindi, festeggia e gioisci! Danza, ridi, muoviti ed esprimi tutta la tua creatività per 15 minuti!

Dopo alcuni giorni di fila che esegui questa tecnica, sentirai una grande energia sprigionarsi già dalla mattina quando ti svegli! E con questa nuova energia, inizierai a vedere le cose diversamente…

 

Tags: , , , , , , , , ,

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image