Tutto è perfetto. Così com’è.

совершенствоQuesto post è la versione italiana di “Всё совершенно. Так, как есть”, pubblicato dalla mia compagna sul suo sito: www.edemiya.info in lingua russa.

Ho voluto riportarlo perché abbiamo vissuto insieme quei momenti e quelle emozioni di cui si parla, ma che solo la sua sensibilità e intuizione hanno potuto permetterne l’elaborazione scritta.

– Prima del nuovo anno ho pensato: quale sarebbe un buon augurio per tutti noi? Mi sono posta questa domanda e non ricevendo una risposta in quel momento, mi sono rilassata e ho atteso. L’attesa non durò a lungo. Il 25 dicembre, appunto il giorno del Natale cattolico, a Mosca, accadde una cosa strana – è scesa una pioggia ghiacciata.

Devo dire che, da quando vivo in questo pianeta, non avevo ancora visto una cosa simile! Mio marito ed io stavamo viaggiando in auto. E improvvisamente sentimmo sul vetro e sulla carrozzeria qualcosa che batteva ritmicamente.  "Pioggia" – ho pensato. Il display del computer di bordo riferiva che la temperatura esterna era  -5. "No, come è possibile la pioggia a meno cinque? Inoltre, dov’erano le gocce? Non si vedevano alcune gocce sul parabrezza dell’auto. No, non piove. E non è grandine! E neppure neve. E non …. E cosa può essere?

"Il suono corrispondeva esattamente a quello della pioggia. Egli, inimitabilmente frusciava in maniera soffocata, ma non si vedevano le gocce! Dopo un po’ di tempo il fenomeno si è fermato, e ha cambiato il mondo …! E’ sbocciata la favola di Natale! Davanti ai tuoi occhi! Davanti, dietro, a destra, a sinistra … sopra la testa e sotto i piedi! Ogni rametto, ogni aghetto, bacchette, semini, erano rivestiti di una foderina di ghiaccio!ice1 Sembrava di trovarsi in un museo magico, dove c’erano raccolti i capolavori di grandi maestri – le sculture di ghiaccio!ice3 Camminavo per le strade… ed ero senza fiato!ice4 Era come se mi fossero spuntate le ali e avessi la sensazione di staccarmi da terra per volare verso bellissimi e ignoti spazi aperti, che improvvisamente diventava realtà!ice6 Il senso della realtà era cambiato radicalmente! La magia si era incarnata!ice5 “Dio, come è perfetta la tua creazione!” – Non una volta esclamai dentro di me…ice2

Perfezione… perfezione… perfezione… Era cosparsa dappertutto! Si poteva vedere e si poteva anche toccare…ice7

Un paio di giorni dopo la pioggia ghiacciata, mio figlio mi ha invitata al cinema. Devo dire che lo fa raramente (invitare me al cinema), ma lo fa solo se il film merita. "Andiamo al cinema – ha detto. – Qualcosa mi ha preso, in questo film. Non mi vuole uscire dalla testa. Voglio che anche tu lo veda". Ho subito accettato e siamo andati a vedere "Tron – Legacy".tron-nasledie Questo film merita un discorso a parte e una pagina a parte. Profondo e bello. Senza entrare nei dettagli, voglio limitarmi a esprimere, a mio parere, l’essenza principale del film – tutto è perfetto, così com’è! Sì! Ancora una volta – tutto è perfetto. E ho capito che volevo augurare a tutti noi-voi-me stessa-essi, per il nuovo anno, di sentire e comprendere la perfezione della vita, la perfezione di se stessi e degli altri, la perfezione di ciò che E’!

Capisco che questo “compitino” non è così semplice come sembra a prima vista: perché noi siamo abituati a vivere "in una particolare visione" e "con una visione" di imperfezione. Siamo pronti a dare (e lo stiamo facendo) milioni di esempi sulle imperfezioni del mondo, delle cose intorno a noi e su noi stessi. Siamo pronti a trovare (e le troviamo) trilioni di ragioni sulle nostre convinzioni circa le imperfezioni. Eppure… tuttavia, quello che dico, mi sento di dire e che vedo, è che tutto è perfetto e tutto è come deve essere!

Mi immagino le proteste da parte di molti lettori. Proteste palesi e nascoste. Me lo immagino perché spesso condivido le stesse credenze: sono disgustata, indignata, protesto, giudico,  in leggero fermento o forti bollori (per lo più in me stessa), ma … anche penso. Cerco di capire cosa mi sta succedendo attraverso le mie reazioni con me stessa e il mondo intorno. E quello che sono riuscita a "scavare" oggi è che: l’idea dell’imperfezione  automaticamente e allo stesso tempo, ci separa da Dio, dal Creatore del tutto. L’idea di imperfezione – è l’unica ragione per tutte le ostilità e tutta l’aggressività. L’idea di imperfezione – è l’idea più stupida e distruttiva, è la radice di tutti i cosiddetti mali. L’idea di imperfezione – è un percorso diretto a varie malattie, o in altre parole, la malattia stessa – è un indicatore, che il concetto di imperfezione si è radicato in noi. Imperfezione di noi stessi e del mondo intorno.illness

Mi spiego. Cominciamo dal principio. Con Dio Creatore. Dal Creatore. Non so chi sia Dio creatore, ma provo per lui rispetto e gratitudine. Anche se lui è un genio del computer, ed io – solo un personaggio nel suo gioco! Dato che mi ha dato la vita e tutto il sostegno per questa vita. In altre parole, gli devo TUTTO! Mi ha dato tutto quello che ho bisogno e lo ha fatto abbondantemente e liberamente, che è (come il gufo di Winnie the Pooh) gratis! Ha donato il ritmo del mio cuore, i polmoni per respirare. Mi ha dato occhi per vedere, orecchie per sentire, mente per capire. Lui mi ha inondato di talenti e generosamente in aggiunta, doni, aria, terra, sole, luna, cielo, stelle, fiumi, montagne, oceani, foreste, fiori, animali, persone vicine e lontane … e piccoli fiocchi di neve, che splendono molto più dei diamanti! Avete mai visto come brilla di giorno sotto il sole e di notte con la luce di lampade o della luna, il manto di neve? Una qualsiasi vetrina di gioielli impallidisce di fronte ai magici piccoli fiocchi di neve! Sì, non si può possedere un fiocco di neve, lo si può solo ammirare quietamente, ma questo non sminuisce il suo valore!snow flake

Che strano. Tutto ciò è veramente inestimabile, in essenza, ci è stato donato sin dall’inizio e noi non ce ne accorgiamo. Noi siamo attratti non a ciò che ci è stato donato e che stiamo ottenendo, ma a ciò che ci è stato “venduto” e che stiamo “comprando”. E qualcosa acquista valore per noi quando è marchiata con un determinato prezzo. Maggiore è il prezzo e più è preziosa. Perché il Creatore non ci ha venduto il sole? Avrebbe potuto fare un ottimo prezzo per questo! A proposito, quante volte ci ricordiamo del sole? Beh, a meno che, ne sentiamo la sua mancanza nelle giornate grigie e cupe o quando, a causa della nostra stupidità, ci infastidiamo per le scottature. Quante volte ci ricordiamo del proprio cuore? E anche quando lo prendiamo in considerazione, è solo perché ne abbiamo necessità, ovvero quando lo vediamo come un disturbo alla nostra folle corsa nella vita. Ricordiamoci, buttiamo giù medicine per alleviare le pene e poi via di nuovo di corsa. O forse il cuore fa male affinché ci si ricordi di lui, realmente?

Ricordati di questo e donagli amore e gratitudine. Tuttavia la nostra attenzione e i nostri interessi continuano a essere rivolti ai beni mobili e immobili. E sembra che noi non capiamo che se il sole si dovesse spegnere e il cuore si dovesse fermare, tutte queste cose non sarebbero più necessarie! Ma mi sono distratta. Stavamo parlando di perfezione.sun heart

Ricordate nella Bibbia, quando Dio ha creato l’universo, dopo ogni nuova creazione, si legge: “e Dio vide che era cosa buona”. Frase miracolosa! Frase chiave! Forse da qualche parte si dice che Egli era un po’ insoddisfatto verso qualcosa chiamato “imperfetto”, “brutto”? No! QUESTO è buono e QUELLO è buono – TUTTO è buono! Tutto è perfetto! E’ come deve essere!

Certo, qualcuno potrebbe obiettare: ”Si, tutto il bene viene da Dio, e il male – dal Diavolo!” Per me il Diavolo è come un capro espiatorio al quale ci si aggrappa, non esiste! Per me, tutto viene da Dio! Non c’è nulla, ma Dio, e non c’è nulla al di fuori di Dio. Dio è tutto! Ecco perché lui è Dio, il Tutto, l’Uno. Il diavolo mi sembra esattamente la stessa idea di imperfezione. Questa è una ruggine che corrode tutto ciò che può venirgli a contatto.rust2

In sintesi, vorrei dire: Dio – è la perfezione. E anche tutte le cose da Lui create – sono perfette. Bianco, nero, positivo, negativo, più, meno – TUTTO! Imperscrutabili sono le vie del Signore! A noi sono sconosciute le ragioni per cui Lui ha creato tutto ciò che è, e per cosa. E se Lui ha fatto così vuol dire che così deve essere! Guarda dentro la vita, profondamente! Guarda come tutto è interconnesso! Che perfezione, dappertutto! Tutto è al servizio del Tutto e per se stesso! Le parti stanno inter-trasformandosi senza disturbare l’equilibrio generale! Nella lontana Amazzonia, in un territorio di pochi chilometri, cresce una pianta particolare, con un fiore particolarmente unico, irripetibile con caratteristiche molto complesse. Questi fiori sono lì per un unico impollinatore, che anche lui vive solo in questo piccolo territorio il quale dispone di un dispositivo particolare e specifico, che gli permette l’accesso esclusivo al polline di questo fiore!!! Una pianta specifica per un impollinatore specifico!!! Edizione limitata! Un minuscolo anello nella catena infinita dell’universo! Era necessario per il Creatore un grattacapo del genere? Guardate quanto sono abbastanza “convenzionali” questi fiori, e quanto abbastanza “comuni” questi impollinatori! Perché queste delizie? Forse per la perfezione? Perfezione universale, in cui ogni frammentino è perfetto. Si, e come potrebbe essere altrimenti, se il Tutto e il Frammento – è Dio. Per questo ho detto prima, che non appena pensiamo alle imperfezioni, nello stesso momento, ci allontaniamo da Dio. Dal Tutto. Dalla potenza effettiva. Dalla vera creatività. Dalla vera conoscenza. Dalla vera prosperità.

A proposito, recentemente ho avuto una meravigliosa risposta a una domanda che mi rodeva da tanto tempo: "perché Dio divise il Tutto?" E’ accaduto casualmente. Mio marito stava leggendo su internet il Vangelo di Maria Maddalena, e decise di tradurmelo.maria and jesus

Verso la fine della storia Gesù rispose proprio a questa domanda in questo modo: “Per amore”. Ve lo immaginate? Il Tutto divise se stesso PER AMORE! Dopo aver ricevuto una tale risposta ho sentito uno strano timore reverenziale, e caddi in riflessione. Riflessione su molte molte cose. Cose che potevo immaginare, ma di cui non ne ero consapevole fino in fondo. Ora, piano piano, me ne sto rendendo conto…
Ripeto. Per consolidare quanto detto. Dio è perfetto. Per me questo è ovvio e non necessita di prove. Perché? Sì, perché ci sono cose che non devono essere dimostrate – sono semplicemente così!
Ora voglio parlare della Natura. E’ perfetta? Secondo la mia comprensione, la Natura – è una pura espressione di design e di idee del Padre-Creatore, generosamente data a Lui da sua madre materia. E poiché, a mio avviso, la perfezione non può che procreare perfezione, allora la Natura è perfetta.natures heart

Per verificare questo, basta guardare dal "vivo" o guardare dei documentari dedicati ad essa. Lo raccomando a tutti! In primo luogo, perché è così interessante! E secondo, perché porta ad una profonda riflessione. Per esempio, tra varie altre cose, ho notato che in natura (dove tutto si sta mangiando l’un l’altro) non fa eccezione il fatto che i genitori mangiano i figli e i partner tra partner. Dal punto di vista della cosiddetta moralità umana, questo è un orribile atrocità, abominio e oltraggio! Ma se si guarda in modo più ampio e approfondito … è possibile che la Natura ci stia dicendo qualcosa? Forse, concretamente, ciò dimostra che il cambiamento dell’involucro, per il ciclo della materia, ha una ragione ben più grande? Le forme cambiano, ma il contenuto rimane lo stesso! Gli elementi cambiano ordine, ma rimangono gli stessi elementi! Non so perché, ma ricordo che Gesù, era salito alla croce volontariamente. In questa azione c’è qualche messaggio, Lui voleva dirci qualcosa. Sì, la crocifissione ha molti significati, e mi sembra che uno di loro sia – la volontaria restituzione della materia allo Spirito. Gesù diede forma al contenuto, l’essenza, che è la stessa per tutti noi. Sono di nuovo "scivolata" per un po’ in un dato argomento, ma il ritiro è utile. Per quanto riguarda la natura, la natura stessa, meglio di tutto, descrive se stessa. Guarda con entrambe gli occhi, ascolta con entrambe le orecchie e senti con entrambe le narici, la Natura! Se lo merita! Dopo tutto, ancora una volta, è perfetta!

Dal Creatore alla Natura, dalla Natura – all’Uomo. L’uomo e la perfezione. Come vanno le cose? In generale, tristemente. Non gioioso, in qualche modo. Da tutti gli angoli – la chiesa, gli insegnanti, i genitori, la società – ci inculcano l’idea di imperfezione. E noi seguiamo! Crediamo in essa e costantemente cerchiamo di sradicare le nostre imperfezioni, in altre parole, noi stessi. Sarà un continuo fallimento, ma questo è comprensibile: è impossibile sradicare qualcosa che non esiste, per questo tutti i bernoccoli ce li facciamo noi stessi!cone

Diamo un’occhiata all’Essere Umano (e a noi stessi) direttamente, senza alcuna idea. Che cosa vediamo? Poiché l’Essere Umano – è parte della Natura, più la creazione a immagine e somiglianza del Creatore, è perfetto. Perfezione + perfezione = perfezione. Non è nemmeno un assioma. Si tratta semplicemente di un equazione. L’equazione della perfezione. Equilibrio universale. Per coloro altamente non-credenti nella perfezione dell’uomo e per coloro che credono nella sua imperfezione, desidero sottolineare quanto segue. Nella lunga storia dell’umanità si possono incontrare individui, la cui perfezione è fuori dubbio. Questi individui, per me, sono una sorta di punto di riferimento, una bussola, che ci indicano dove remare nel vasto oceano della vita. Ce ne sono molti, ma ora voglio citare il Buddha, Gesù e San Serafino di Sarov. Spesso, quando qualcuno  andava dal Buddha e si  prostrava ai suoi piedi, il Buddha rispondeva allo stesso modo. La gente era confusa, sorpresa. Gli chiesero: “Perché ti prostri a noi? Tu – sei un santo, illuminato, divino. E’ così naturale, per noi,  chinarci a te, toccarti i piedi in segno di rispetto. Ma tu, come ti puoi inchinare a noi peccatori?” E il Buddha disse loro: “Dopo aver realizzato in me il Buddha (risvegliato), vedo il Buddha in ciascuno di voi”. Ognuno di noi è un Buddha, Divino. Perché insultare la nostra divinità non credendo nella sua perfezione? Divinità – è la nostra Natura. Rifiutando questo, noi rifiutiamo noi stessi. Non è stupido questo? Serafino  di Sarov – a tutti coloro che andavano da lui, li abbracciava chiamandoli “La mia gioia!”. So che ad alcune persone piace dire queste parole agli altri. Le loro parole sono vuote dentro, per questo suonano come uno scherzo. Ma nella bocca di Serafino, le stesse parole creavano miracoli – dentro di loro cominciavano a sentire il sole dello spirito santo, si trasformavano, venivano spiritualizzati. Gesù non esitava a fare amicizia con coloro che venivano definiti “ogni sorta di gentaglia.” Peccatori diventavano santi, solo perché Gesù vedeva in loro degli Esseri Umani, Perfezione.god and man

Naturalmente, se ne vuole discutere: “Che tipo di perfezione può esserci negli assassini, criminali, ladri e ogni sorta di “gentaglia”?”. In risposta a questa domanda per voi e a me stessa, dò come esempio le due seguenti storie: mi piacciono molto. La prima – su Buddha. Una splendida parabola!
Un uomo è stato inviato al Buddha, come pellegrino, ma in realtà era per ucciderlo. Il Buddha sapeva di questo e aspettava il killer con calma e umiltà. Quando questa persona, scegliendo il momento giusto, è andato dal Buddha, il Buddha si inchinò davanti a lui e disse: “Sono totalmente di fronte a te. Fai quello per cui sei venuto. Sono pronto”. L’ uomo rimase di stucco, e riprendendosi, disse: “Sono stordito. Sono distrutto. Io sono un killer professionista. Ho ucciso così tante persone nella mia vita, ma questo che mi sta accadendo ora è la prima volta! Tu sei assolutamente pronto a morire. Stavo per commettere un reato, ma con te questo perde ogni significato! Che cosa sta succedendo?”. E il Buddha rispose: “Per me, tu sei un Buddha. Non  un killer. E di quale omicidio possiamo parlare se io ho compreso la mia natura? Non mi puoi uccidere. E’ impossibile! Puoi prendere solo il mio corpo, i miei abiti. E io sono disposto a darteli! Prendili!” L’uomo si prostrò al Buddha in un profondo inchino e disse:  “Le tue parole mi hanno eccitato. Fammi stare con te e diventare tuo discepolo. Voglio capire qualcosa. Le cose che mi sfuggivano in tutta la mia vita”. E dopo un po’ di tempo, lui diventò veramente un Buddha, un risvegliato.
buddha

La seconda storia è stata scritta dal mio scrittore preferito, Aleksandr Grin. Ho letto questa storia molti anni fa, ma lo ricordo ancora. Anche essa merita attenzione. 
La moglie di un uomo si incontrava con uno studente. Quando l’uomo scoprì il tradimento,  decise di assumere un assassino per eliminare l’avversario dalla sua vita. Il killer andò all’indirizzo, ma lo studente non era in casa. Così, per passare il tempo in qualche modo, andò al Museo di Storia Naturale, situato nelle vicinanze. Lì, tra le altre cose, vide una serie di grafici e reperti che mostravano il meccanismo del corpo umano. Il killer era profondamente toccato da queste grandi meraviglie. Dopo, uscendo dal museo, nota per la strada lo studente e lo seguì in un vialetto. La sua mano lentamente tirò fuori un coltello dalla tasca, quando all’improvviso … all’improvviso lui non vedeva più la schiena di un ignaro giovane, ma quello che stava la dentro. Come il sangue scorreva attraverso i vasi, fornendo tutti gli organi e le cellule del necessario, come ritmicamente, il cuore pulsava, il polmone saliva e scendeva con un movimento leggero, i legamenti, le articolazioni … “Mio Dio! – Pensò il killer. – Quanto tutto è perfetto! Quale Mente può aver creato tutto questo! Non posso, non ho alcun diritto di distruggere questo!”. La sua mano lasciò cadere il coltello, e se ne andò con un cuore nuovo.
vessels

Penso che i delitti – siano un sottoprodotto del concetto di imperfezione. E i criminali (assassini, in particolare) – sono vere vittime di questo concetto.
Parlando di esseri umani è impossibile tacere sulla creatività, poiché essere a immagine e somiglianza del Creatore, l’essere umano non può non creare. Mi sembra che, come nella respirazione, l’inspirazione – è l’ispirazione, e l’espirazione è la creatività. La creatività – è il risultato che l’uomo ottiene dalle cose che lo hanno riempito e ispirato. Molto spesso sentiamo dalle persone creative, che hanno creato a causa del senso di imperfezione ricercando la perfezione. Alcuni di loro dicono che la creatività è possibile solo attraverso l’insoddisfazione nella vita e dall’essere consapevoli della sua imperfezione. Dicono che l’arte rende la vita perfetta. Scusate, ma io non sono d’accordo. E il mio disaccordo nasce dalla mia esperienza personale. Mi è capitato di creare dal senso di insoddisfazione, imperfezione, e mi capita di creare  dal senso di soddisfazione e di perfezione. E ho notato una cosa: La perfezione crea la perfezione e l’imperfezione – l’imperfezione. Soddisfazione genera soddisfazione e l’insoddisfazione – insoddisfazione. Non è possibile che il nontiscordardime possa crescere dal seme di garofano e il garofano dal seme di una campanella. Ciò che si semina, si raccoglie. Ispirazione dalla perfezione crea una nuova perfezione. E l’essere umano è veramente come il Creatore. Ha creato – e vide che era cosa buona, assolutamente. Come i bambini. Con quale gioia fanno i loro scarabocchi! Come sono felici con le cose che creano! Ed è sorprendente: sembrano così rozze e semplici ma sono così belle! La creatività dei bambini è perfetta perché è piena di gioia del processo creativo in sé. L’uomo è perfetto. La creatività è perfetta.
children paint

Infine diamo uno sguardo alla società. E’ quasi impossibile dire che la società sia perfetta. Eppure è così – anche la società è perfetta. Perché?
In primo luogo, la società è composta concretamente da persone, ognuna delle quali è perfetta, ma di questo se ne sono dimenticate. In secondo luogo, la società riflette perfettamente i vorticosi pensieri e idee che girano nella mente dei suoi membri, la più importante di queste – l’imperfezione. Infatti, la società – è il nostro enorme specchio. Ogni cosa in cui crediamo, ci viene mostrato. E come è vero ciò che è stato detto in una celebre fiaba, “Perché essere arrabbiati contro lo specchio?”.
In terzo luogo, ricordiamo un altro fatto abbastanza conosciuto: Il sangue va dove vanno i pensieri e l’energia va dove va il sangue. Ora vediamo, dove vanno i nostri pensieri, e quindi, dove va la cosa più preziosa che esiste nell’universo – la nostra energia = potenza. O, in altre parole, dove e a chi stiamo dando il nostro sangue! Hai visto questo? Chi, o cosa ci capita spesso di pensare, parlare? E non importa, per esempio, se pensiamo a qualcuno o qualcosa in buona o cattiva maniera: l’energia è energia! In ogni caso, la stiamo perdendo. Quindi, dove e a cosa stiamo spendendo la nostra bontà, la nostra forza, il nostro sangue? In questo caso, sto parlando della società? I politici, magnati, terroristi, ladri, gli scandali, le risse, i prezzi che salgono … qualcuno ha detto che… qualcuno ha messo in mostra qualcosa… qualcuno ha ottenuto qualcosa… mamma mia!!! E poi cosa ci rimane, per volare con la fantasia, per l’ispirazione creativa e per l’amore, la gioia e infine, per la nostra stessa salute?! Voi sapete che l’energia – è anche la vostra salute? Una cosa ridicola sta succedendo: stiamo rubando la nostra stessa salute nel giudicare le imperfezioni della società, disperdiamo la nostra energia in queste discussioni, e dopo ci si aspetta da questa imperfezione che si prenda cura della nostra salute! Non pensi che questa situazione è all’apice della stupidità? Ci stiamo rubando da noi stessi le cose più preziose che abbiamo e dopo, marchiamo di vergogna i ladri, che ci aiutano a sbarazzarci della banale materia! Noi stessi, ovunque,  diamo tangenti per ottenere qualcosa, e poi condanniamo coloro che prendono bustarelle! Stiamo uccidendo noi stessi e il mondo intorno a noi, con la fede nell’idea di imperfezione e acclamiamo che vengano puniti severamente gli assassini che sono colpevoli di aver realizzato le nostre convinzioni! Perché tutto questo? Per che cosa?
for what

Nel sopracitato film “Tron – Legacy” c’è la risposta a questa domanda. In questa storia, il protagonista – è un uomo-maker, una specie di genio del computer, che non soddisfatto  della realtà, decide di creare un mondo perfetto. Quando vede che risultati ha ottenuto, si rende conto che la perfezione è sempre stata vicino a lui, intorno a lui, in lui. E in tutte queste "piccole cose" che ci circondano ogni giorno e ogni minuto di cui non ci accorgiamo. In tutto! Ma per realizzare questo, ha dovuto passarci attraverso. Attraverso l’idea di imperfezione. A quanto pare, per capire che il mondo in cui viviamo è l’Eden, abbiamo bisogno di perderlo e trovarlo di nuovo. Ritrovarlo con consapevolezza.
Penso che l’umanità sia sazia fino al collo delle conseguenze  sull’idea di imperfezione. E’ giunto il momento della sua fine. No, non uccidere l’imperfezione – E’ impossibile! Dopo tutto è – un’illusione, gonfia fino alle dimensioni della Realtà da oscurarla. E noi stiamo costantemente nutrendo questa illusione, dandole potenza con la nostra credenza nell’imperfezione. Non è necessario uccidere l’illusione. Non c’è neppure bisogno di lottare con essa. L’unica cosa che si può e si deve fare, a mio parere, è quella di cambiare credenza. Cambiare il punto di vista. Dopo tutto, ciò in cui crediamo diventa realtà. E la Realtà è – la Perfezione. Quindi, torniamo alla Realtà, realmente! Riportiamo noi stessi alla realtà. E sarà tutta un’altra storia …
perfect

Ho condiviso con voi e con me stessa, ciò che è venuto fuori dalle mie riflessioni. E’ giusto o no? Chi lo sa? Ognuno decide per se stesso. Così, al termine di questo articolo, per un bis, per così dire, vorrei proporvi un inno alla Perfezione – “Grazie a Dio per tutto” Acafisto. La semplice lettura di questo Acafisto, con un cuore aperto e mente aperta, ha guarito e sta guarendo i corpi e le anime di molte, molte persone. Solo un semplice tocco alla perfezione … e … Grazie a Dio per tutto!
E inoltre, voglio augurare a tutti noi, nel nuovo anno, con le parole di Alexander Grin da “Scarlet Sails” come segue: “Se una persona sta aspettando un miracolo – dagli un miracolo! Una nuova anima sarà in lui e una nuova anima otterrai tu. Tutti noi desideriamo ardentemente la perfezione, perché nel profondo del nostro cuore sappiamo che è vero. Sappiamo che è la realtà. Tutto il resto – è un’illusione. Ed è così importante – vedere il seme della divina perfezione e dargli quindi l’energia per crescere. Se ciascuno di noi, un po’ per volta inizierà a vedere la perfezione divina in se stesso e intorno a sé, le nuvole dell’illusione cominceranno a sciogliersi da sé e il Sole della Realtà splenderà di nuovo sul cielo eterno
.

freedom and bird

Nel nome del Padre, Madre,
Figlio e Spirito Santo
Amen!
In nome del Cielo e della Terra
La vita, dai cui è stata creata e l’amore che tutto unisce,
Amen!
In nome delle Idee e della Materia
Creazione e Creatività
Amen!

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image